Lettera al mio donatore: “Cario Giò, grazie di questa meravigliosa avventura!”

La storia di Maura è arrivata sul tavolo della redazione del Niguarda in una mite giornata di gennaio. È stata magnetica, una di quelle vicende che leggi dalla prima riga all’ultima tutta in un fiato, senza pause perché trasudano vita, mica una sola, ma ben due fuse insieme all’unisono come Maura ci tiene a sottolineare…

Per visualizzare questo articolo devi accedere con il tuo account.

Back to top
error: Il contenuto è protetto