In primo piano

Io e il professor non-Hodgkin

“Scrivendo queste pagine volevo dare un filo di speranza a chi come me si è trovato a combattere contro questa terribile malattia”. È questo lo scopo, come ha spiegato l’autrice…

Per visualizzare questo articolo devi accedere con il tuo account.

Back to top
error: Il contenuto è protetto