Sancita l’alleanza fra UBI Banca e AIDO

Con la carta enjoy aido le attività economiche aiuteranno la diffusione della cultura del dono

Da: Prevenzione Oggi n°222 Novembre 2014

UBI Banca e AIDO Lombardia insieme per l’ulteriore sviluppo della loro partnership, avviata fin dal 1975. Questo ulteriore sviluppo avviene attraverso l’emissione della carta prepagata Enjoy UBI Comunità Special Edition AIDO, rivolta agli associati, ai sostenitori ed in generale a coloro che condividono i valori dell’Associazione per promuovere la cultura della donazione di organi.
La collaborazione tra UBI Banca e AIDO Lombardia si fonda su relazioni consolidate tra le banche del Gruppo che operano in regione (Banca Popolare di Bergamo, Banco di Brescia, Banca Popolare Commercio e Industria, Banca di Valle Camonica). Con l’emissione della carta Enjoy UBI Comunità Special Edition AIDO il Gruppo UBI Banca, che già sostiene la meritoria opera della Onlus, mette a disposizione uno strumento in più per diffondere la conoscenza dell’associazione stessa e supportarne l’azione.
La carta Enjoy UBI Comunità Special Edition, caratterizzata da un layout personalizzato con il marchio dell’organizzazione non profit a cui è destinata, rappresenta non solo uno strumento distintivo e di appartenenza associativa, ma anche di partecipazione alla missione sociale dell’organizzazione. Infatti, oltre a rendere visibile il marchio della propria Associazione, anche nel momento del semplice gesto di un pagamento, l’utilizzatore della carta Enjoy AIDO contribuirà indirettamente a sostenerne i progetti associativi, grazie al fatto che la Banca erogherà una somma a titolo di liberalità rinunciando a parte dei propri ricavi.
I possessori della carta Enjoy AIDO beneficeranno per le proprie necessità di pagamento quotidiano di tutte le funzionalità della Carta Enjoy, a condizioni economiche agevolate. Potranno quindi:
* fare acquisti online e nei negozi, in Italia ed all’estero
* pagare piccoli importi, avvicinando la carta all’apposito lettore POS, grazie alla tecnologia contactless
* disporre bonifici ed effettuare ricariche
* accreditare lo stipendio e domiciliare utenze e abbonamenti
* fare acquisti presso negozi fisici e online
* prelevare contanti presso tutti gli sportelli automatici abilitati (ATM)
* accedere online in mobilità al proprio saldo, tramite l’home banking Qui UBI
Enjoy risulta quindi particolarmente versatile, unendo funzioni tipiche della carta di pagamento a quelle di solito associate al conto corrente (è dotata infatti di codice IBAN).
A nome del Consiglio Regionale Aido Lombardia, è intervenuto in conferenza stampa il presidente cav. Leonida Pozzi che ha sviluppato un discorso ampio e articolato, suscitando interesse e consenso da parte dei presenti e degli esponenti del mondo della comunicazione. Pubblichiamo il testo del discorso di Pozzi pur nella consapevolezza che si tratta di una esposizione parziale poiché il presidente si è spesso allontanato dal testo scritto per approfondire meglio tematiche specifiche o per dare risalto a particolari riflessioni sui fondamentali temi qui illustrati.

«Gentili signore, egregi signori, quello a cui stiamo partecipando – e per il quale rinnovo il grazie che in questi ultimi giorni ho avuto modo di esprimere alla dirigenza del Gruppo UBI Banca-, è un evento dalle grandi valenze positive ed etiche in tempi di profonda crisi morale e sociale.
Lo è in particolare per l’AIDO, un’Associazione di volontariato, nata sulla spinta della volontà di offrire alternative alla sofferenza di tante persone e delle loro famiglie e sviluppatasi nel corso degli anni, dal 1971 ad oggi, in modo sorprendente, tanto da essere il punto di riferimento fondamentale per le istituzioni pubbliche, politiche e sanitarie, in tema di donazione e trapianto di organi.
I numeri, nella loro efficace trasparenza, non lasciano né dubbi né alibi: il 90 per cento dei cittadini italiani che hanno espresso la volontà di donare, dopo la loro morte, organi o tessuti e cellule, è rappresentato dagli iscritti all’AIDO. Il resto si divide fra quanto raccolto dalle ASL e dai Comuni.
Possiamo quindi affermare che se in Italia c’è una medicina del trapianto, questo lo si deve all’AIDO, ai suoi iscritti, ai suoi sostenitori.
Ed è questa l’Associazione che UBI Banca ha deciso di affiancare, condividendo con AIDO che il bisogno di donatori è ancora altissimo e anzi cresce anno dopo anno sia per l’aumento delle persone in lista d’attesa, sia perché il trapianto si dimostra sempre più un efficace intervento salvavita con enormi e positive ricadute sociali oltre che sull’economia della sanità italiana.
Se quindi da una parte possiamo confermare che l’AIDO è importante per la comunità e, consapevole di questo ruolo, rinnova giorno dopo giorno il proprio impegno per diffondere la cultura della donazione su tutto il territorio, cercando ogni mezzo, per aumentare il numero degli iscritti, dobbiamo anche prendere atto che l’attività si regge su professionalità sempre più raffinate, su strumenti sempre più al passo con i tempi. Cercare ogni giorno di aumentare il numero delle persone disposte a donare gli organi dopo la morte, è sempre più faticoso anche per le ingenti risorse economiche da investire.
In questo diventa provvidenziale la scelta di UBI Banca di partecipare a questa campagna con una propria carta, studiata in modo da essere significativamente competitiva sul mercato ma al tempo stesso utile all’Associazione. Con Carta Enjoy infatti, UBI Banca non si limita ad offrire una volta l’anno un sostegno economico alle attività dell’AIDO, ma affianca l’Associazione in modo costante e continuo. Più sarà utilizzata, quindi, la Carta Enjoy, più potrà fare del bene attraverso le molteplici attività dell’AIDO.
Questo patto fra mondo finanziario e mondo associativo è anche un patto dalla forte valenza etica, a dimostrazione che UBI Banca è una istituzione vicina alla gente, al territorio, attenta ai bisogni delle persone maggiormente in difficoltà
Per questo, a nome del Consiglio Regionale AIDO Lombardia e di tutti gli iscritti – così numerosi sul territorio lombardo da rappresentare una fitta rete che alimenta il volontariato in tutte le località della Regione -, ringrazio UBI Banca per la scelta di camminare con l’AIDO nel solco della solidarietà e della lotta alla sofferenza.


Da parte nostra chiediamo a tutti gli iscritti di farsi positivi promotori di questa preziosa Carta, di modo che ogni iscritto sia testimone nella sua famiglia, con gli amici, nell’ambiente di lavoro, con i conoscenti.
L’Associazione si impegna fin d’ora a fare tutto quanto è necessario per far conoscere le potenzialità e i benefici di Carta Enjoy. E ribadisco la volontà di lavorare con tutti i cittadini lombardi ma soprattutto con i giovani. La nostra presenza nelle scuole, se anche Carta Enjoy ci aiuterà, si intensificherà e dagli attuali circa 100 mila contatti annui potrà passare – questo lo vorremmo con tutto il cuore – ad almeno 300 mila contatti. Trecentomila coscienze giovanili di cui vorremmo accendere l’entusiasmo di innumerevoli piccoli fuochi capaci di far dilagare su tutto il territorio un vero e proprio incendio di solidarietà. A bruciare saranno il dolore e la sofferenza di tanti nostri fratelli».

Leonio Callioni

Join the Discussion

Back to top
error: Il contenuto è protetto