Editoriale

copertina prevenzione oggi
A PIURO UN’ASSEMBLEA REGIONALE RICCA DI CONTENUTI. L’UDIENZA CON PAPA FRANCESCO MOMENTO DI EMOZIONI INDIMENTICABILI

 

leonida pozziSono felice di illustrare, anche questo mese, un numero rilevante di articoli offerti ai lettori di “Prevenzione Oggi”, a dimostrazione del nostro impegno ad offrire sempre tante occasioni di informazione, di riflessione, di analisi. Comincio da un tema particolarmente significativo per l’Associazione: l’Assemblea annuale regionale. Ospiti a Piuro, in provincia di Sondrio, in una location d’alto livello, i partecipanti hanno dato vita ad uno dei momenti più importanti dell’anno per chi opera all’interno dell’Aido. L’Assemblea è stata ancora una volta un momento vero, di verifica e di confronto, ma soprattutto di assunzione di responsabilità di fronte all’Associazione, alla società e alle tante persone ancora in lista d’attesa. Proprio perché siamo sempre più un movimento di opinione con la finalità di combattere la sofferenza e rendere concreto il diritto alla salute sancito dalla Costituzione, dobbiamo saper stare al passo con i tempi ed interpretare quale sia oggi il nostro ruolo nella società. Non basta dire che bisogna saper conquistare un ruolo di stimolo e di indirizzo culturale: bisogna anche saperselo guadagnare. Bella e ricca di contenuti la relazione del Presidente Giovanni Ravasi, che ha saputo cogliere il senso più profondo di tutte le questioni oggi sul tappeto. Le istituzioni civili, il mondo sanitario, le famiglie, i cittadini della nostra Regione hanno tanta fiducia in noi e chi vive il dramma dell’attesa del trapianto, personale o di un famigliare, sa di poter contare sul nostro impegno quotidiano per favorire proprio prelievi e trapianti. A tutto ciò si aggiunga la nuova sfida che ci viene posta con l’approvazione del nuovo Codice del Terzo settore che, pur se ancora in itinere, sta delineando nuovi orizzonti per le Associazioni di tutta la nazione. E’ chiaro fin d’ora che le Associazioni di comodo o non strutturate saranno spazzate via. Ma quelle che, come Aido, stanno dimostrando serietà e competenza, trasparenza e capacità di dialogo ad ogni livello istituzionale (in Italia sono moltissime), avranno tanto spazio a disposizione per operare e per affiancare lo Stato nel nobile compito di tutelare le persone più fragili e combattere la sofferenza. Piuro ha accolto l’ultima Assemblea ordinaria. Ora ci prepariamo al prossimo, fondamentale appuntamento, dell’Assemblea elettiva del 2020, alla quale la Lombardia sarà chiamata ancora una volta ad offrire un contributo molto importante. Un altro servizio di cui raccomando la lettura è quello dedicato alla meravigliosa esperienza dell’udienza con Papa Francesco, avvenuta il 13 aprile a Roma, nella Sala Clementina riempita in ogni ordine di posto dai volontari Aido e dai loro famigliari più stretti. Ho rivissuto, leggendo l’articolo, le intense emozioni di quel giorno. Innanzitutto con il bellissimo saluto rivolto dalla nostra Presidente nazionale, Flavia Petrin, al Santo Padre. Poi con le stupende e incoraggianti parole che il Papa ci ha rivolto con affetto sincero e con uno sguardo paterno che ci ha fatto sentire tutti abbracciati e amati da lui e dalla Chiesa. Per me è stato un onore portare al Papa una copia del libro con il quale si racconta la storia dei primi venti anni dell’Aido, nata come DOB. E’ un libro meraviglioso, prezioso e importante fin dalla prima distribuzione ma oggi diventato uno scrigno di storie, di volti noti e amati, un tributo sincero a chi per primo ha lottato per creare, anche attraverso l’Aido, una società più giusta e solidale. Dovrei fermarmi qui per evidenti ragioni di spazio, ma mi permetto di forzare i canoni della grafica per ricordare ancora, seppur brevemente, altri articoli importanti. Quello del dott. Bianchi, che illustra il tema degli ematomi. Un argomento spesso e a torto troppo sottovalutato. Raccomando anche la lettura dell’articolo della nostra cara Cristina Grande, che ci prende per mano e ci accompagna a tavola indicandoci le scelte da fare nei mesi primaverili. C’è ancora tanto altro: l’illustrazione dei preziosi tesori custoditi alla Ca’ Granda di Milano, l’esito dell’incontro con l’Associazione Nazionale Comuni Italiani, la presentazione della geniale elaborazione della web app del Consiglio Regionale della Lombardia. Per seguire l’intensa attività dell’Aido sul territorio regionale ci sono poi le pagine dedicate alle Sezioni e ai Gruppi. Insomma… ancora un numero ricco di contenuti e bello da sfogliare. Un bel numero, come da tradizione.

Leonida Pozzi

Join the Discussion

Back to top
error: Il contenuto è protetto